Ipersocializzazione del privato

In piena fase di confinamento e distanziamento sociale, la casa, che è il simbolo per eccellenza della sfera del privato e dell'individuo - una sorta di bozzolo in cui arroccarsi, nel bene o nel male, ed estraniarsi dal mondo esterno - sta diventando un luogo i cui spazi sono sempre più saturati da una sorta di socializzazione digitale coatta continua, catalizzata dall'esplosione di piattaforme social emergenti come Zoom o Houseparty. E' facile uscirne esausti, per cui: difendete i vostri spazi e provate a dire no, senza sentirvi troppo in colpa, all'ennesimo invito da parte di famigliari e amici di fare due chiacchiere in formato digitale, se non ne avete voglia.

I link (un po’ monotematici) di questa settimana:

  • Proof of concept di un'app (AI4COVID-19) che usa algoritmi di machine learning per fare diagnosi preliminari di COVID-19 in meno di un minuto con un'accuratezza del 90% a partire da due secondi di registrazione della tosse del malato. Un chiaro vantaggio: l'enorme scalabilità.

  • In Inghilterra la gente sta bruciando e abbattendo antenne di telefonia mobile (anche non 5G) per via di alcune teorie del complotto per le quali il 5G starebbe favorendo la diffusione del nuovo coronavirus. L'unico risultato ottenuto finora è stato quello di causare problemi alla rete di telefonia mobile essenziale anche per coordinare ambulanze, ecc, ovvero: per combattere il nuovo coronavirus.

  • Nel 2005, per via di una svista concettuale da parte degli sviluppatori della Blizzard, nel mondo virtuale di World of Warcraft si scatenò una veria e propria pandemia di un “virus” chiamato corrupted blood. I giocatori attuarono varie strategie di contenimento (distanziamento sociale, centri d’emergenza improvvisati, segnalazione di focolai), alcuni server vennero messi in quarantena, ma non servì a molto, e la Blizzard dovette ripristinare il gioco ad uno stato pre-pandemia. L'incidente “corrupted blood” è stato molto studiato negli ambiti epidemiologici, ed è interessante soprattutto come modello di comportamento umano in caso di pandemia.

NRS è la newsletter di cultura e tecnologia di INUTILE » associazione culturale. A cura di Francesca Balestrieri, Carmine Bussone e Matteo Scandolin. Per conoscere meglio INUTILE e i suoi progetti, visita il nostro sito; se ti piace quello che facciamo, sostienici. Puoi contattare la redazione di NRS via Twitter o via mail.

Loading more posts…